UN LAVORO A – 8 METRI PER IL ROTO 45.21

In mezzo a impianti e tubi il sollevatore se l’è cavata egregiamente. L’intervento è avvenuto nello stabilimento di una nota azienda alimentare veneta, dove è stato realizzato il nuovo impianto di depurazione dell’acqua. Il sollevatore – che ha un’altezza di sollevamento di 20,80 e lo sbraccio di 18 metri - ha operato con radio comando a – 8 m. In questo contesto sono state fondamentali due caratteristiche della macchina: la torretta girevole che offre un’operatività e un controlloa 360° e i 4 stabilizzatori indipendenti, posizionabili a qualsiasi larghezza. Qualora il terreno non fosse stato in piano, il livellamento del telaio avrebbe permesso di lavorare comunque in sicurezza.