LA MINI GRU JEKKO SPX424 CDH IN LAGUNA

Un Jekko e un ragno. Macchina ideale per l’installazione di vetri, facciate e interventi indoor (centri commerciali, navi, scuole, ospedali, musei, aeroporti) la mini gru Jekko SPX424 CDH si rivela utilissima anche all’aperto. E’ il caso dell’Isola del Lazzaretto Vecchio nella laguna di Venezia, dove in coppia con una piattaforma ragno JLG X14J è stata noleggiata per i lavori di manutenzione e conservazione di alcuni vecchi caseggiati.

LUOGO DI GRANDE VALORE STORICO
L’isola, che si trova fronte il bacino di San Marco, nel 1423 fu scelta dal Senato della Serenissima per istituire un ospedale destinato alla cura e all’isolamento dei malati di peste. Assieme a quella del Lazzaretto Nuovo, posta nei pressi del porto del Lido, dal 2017 fa parte del Polo museale del Veneto.

COMPATTA E POTENTE
Facile da trasportare e dotata di grande mobilità, la SPX424 CDH è la gru compatta con le prestazioni più elevate sul mercato. Ha messo a disposizione degli operatori il suo braccio capace - grazie ai jib accessori - di un’altezza di lavoro da 9 a 15 metri e di uno sbraccio da 7,6 a 12 metri. 2.400 i chili di portata.

UN MODELLO SPESSO AL SERVIZIO DELL’ARTE
Al suo fianco una piattaforma ragno JLG X14J, ideale per questo tipo d’interventi. Grazie ai cingoli si muove agevolmente sui terreni accidentati, mentre design compatto, peso ridotto e motore elettrico ne consentono l’accesso e l’impiego in aree sensibili. La piattaforma ragno è uno dei modelli più noleggiati per i lavori di restauro all’interno di chiese o edifici di valore storico-architettonico. Il braccio articolato con altezza di lavoro di 11,80 metri, consente di raggiungere agevolmente i punti più difficili.