MASSI CICLOPICI PER L’ESCAVATORE HITACHI ZX135US-5

Un noleggio ciclopico. Nel novembre 2019 il maltempo ha fatto esondare diversi corsi d’acqua nel bolognese. Molti i danni alle abitazioni, alle imprese, al territorio e alle vie di comunicazione. In questi mesi, oltre a ricorrere ai ripari, si è perciò lavorato per prevenire fenomeni quali l’esondazione e il dilavamento causati dalle forti piogge. Uno degli interventi ha visto la realizzazione di una difesa spondale per contenere un fiume, la cui esondazione aveva provocato il franamento della strada. Il lavoro è consistito nella preparazione del terreno e la posa in opera di massi ciclopici, compito per il quale è stato noleggiato un escavatore Hitachi ZX135US - 5 triplice di Cofiloc – Kiloutou.

GRANDI PRESTAZIONI DI SCAVO E SOLLEVAMENTO
Per un intervento di tale portata la scelta è caduta su un modello di escavatore progettato per affrontare le situazioni di cantiere più gravose. Una situazione simile, ma per la movimentazione di rocce aveva visto il noleggio di un escavatore Hitachi ZX290 LCN monolitico sull’argine del fiume Piave. La struttura rinforzata, le funzioni power boost e la velocità del braccio che caratterizzano questa serie di modelli, assicurano grandi prestazioni di scavo e sollevamento in qualsiasi tipo di cantiere. Versatilità accentuata dal raggio di rotazione posteriore di soli 1.490 mm, che ne consente l’impiego in città, nei lavori stradali o addirittura nel letto di un fiume. Ovvero, dove lo spazio è limitato.

UNA CABINA CONTRO LA STANCHEZZA
A muovere le 15 tonnellate dello ZX135US – 5 è un potente motore da 98 HP, che all’elevata produttività unisce efficienza nei consumi e ridotto impatto ambientale, anche per quanto riguarda il rumore. Un vantaggio per chi deve sostenere lunghi turni di lavoro in un cantiere così impegnativo. La cabina, infatti, sia per l’ergonomia della consolle che per la comodità del sedile, offre all’operatore un ambiente confortevole e in grado di ridurre al minimo la fatica.