UN RAGNO JLG X23J PER DIFENDERE L’ARTE

Patrimonio Mondiale dell’Umanità. E’ il Duomo di Modena, riconosciuto tale dall’UNESCO nel 1997, unitamente alla torre Ghirlandina e all’adiacente Piazza Grande. All’interno dell’edificio, fondato nel 1099 e dedicato a S. Maria Assunta, si trovano le spoglie di S. Geminiano, vescovo e patrono della città morto nel 397. In quello che è considerato uno dei maggiori monumenti della cultura romanica in Europa, ha lavorato per alcuni giorni una piattaforma ragno JLG X23J, utilizzata per la manutenzione di alcuni vetri del rosone – composto da 24 lancette, 4 delle quali figurate - situato nella parte superiore della facciata del Duomo. La piattaforma ragno è l’ideale per questo tipo d’interventi: grazie ai cingoli sale senza difficoltà le scalinate, il design compatto gli consente di entrare attraverso le porte e muoversi in spazi ristretti, il peso ridotto e il motore elettrico ne permettono l’impiego in aree sensibili, mentre il braccio articolato raggiunge i punti più difficili.