UN RAGNO JLG X23J PER DIFENDERE L’ARTE

Patrimonio Mondiale dell’Umanità. E’ il Duomo di Modena, riconosciuto tale dall’UNESCO nel 1997, unitamente alla torre Ghirlandina e l’adiacente Piazza Grande. All’interno dell’edificio, fondato nel 1099 e dedicato a S. Maria Assunta, si trovano le spoglie di S. Geminiano, vescovo e patrono della città morto nel 397. In quello che è considerato uno dei maggiori monumenti della cultura romanica in Europa, ha operato per alcuni giorni una piattaforma ragno JLG X23J da 23,3 metri di altezza di lavoro, di Cofiloc - Kiloutou.

BRACCIO ARTICOLATO E JIB PER RAGGIUGERE I PUNTI PIÙ DIFFICILI
La macchina è stata utilizzata per la manutenzione di alcuni vetri del rosone – composto da 24 lancette, 4 delle quali figurate - situato nella parte superiore della facciata del Duomo. Il noleggio di una piattaforma ragno per questo tipo d’interventi è molto frequente. Anzi, consigliato: grazie ai cingoli sale senza difficoltà le scalinate di una chiesa, mentre il design compatto gli consente di entrare attraverso le porte e muoversi in spazi ristretti. Il braccio articolato con jib da 1,43 metri avvicina la cesta ai punti più difficili, semplificando il lavoro dell’operatore.

PRESENZA SILENZIOSA
Altri due fattori che rendono ideale il noleggio della piattaforma ragno per lavori al chiuso o in aree sensibili, sono il peso ridotto e il motore elettrico. Se il primo ha evitato di danneggiare il pavimento del duomo, nel secondo l’assenza di emissioni e rumore, ne hanno reso la presenza discreta, alle persone in visita al prestigioso edificio.